Elastic Stack 6.5.0 introduce molte nuove funzionalità, da quelle di livello di base dello stack che si applicano a più casi d’uso a quelle che rispondo ad altre esigenze specifiche. Andiamo subito a scoprire di quali si tratta:

 

UI Infrastructure & Logs

Vari utenti utilizzano lo stack per esplorare i log e le metriche operative dalla loro infrastruttura IT. Le nuove app di Kibana adesso rendono ancora più facile la visualizzazione dei dati operativi per gli utenti. La nuova soluzione Infrastructure consente di navigare facilmente tra la propria infrastruttura e l’attività dei registri e delle metriche su qualsiasi host, pod o container specifico. L’interfaccia utente si presenta come un sistema di visualizzazione di Log avanzato che fornisce una panoramica di streaming dei Log simile all’esecuzione del comando tail –f

 

Elastic Stack 6.5.0: novità su APM (Application Performance Monitoring)

Con l’arrivo di Elastic Stack 6.5.0, Elastic APM fornisce ora pieno supporto ai linguaggi Java e Go! Inoltre, questa versione include il supporto per Distributed Tracing in Beta. Il team di Elastic ha così fornito un supporto per il monitoraggio del server APM.
Di seguito le novità nel dettaglio:

  • Il tracing distribuito permette di tracciare qualsiasi richiesta all’interno di sistemi complessi (attualmente disponibile in Beta)
  • Gli agents per Java & Go, entrambi linguaggi molto attesi, sono ora rilasciati in GA
  • APM consente di monitorare lo stato delle distribuzioni APM Elastic dall’app Kibana Monitoring
  • Il nuovo protocollo di input basato su NDJSON offre un migliore footprint della memoria
  • APM Server monitoring: tab aggiuntiva che consente di monitorare throughput ed errori

 

Elasticsearch

Gli sviluppatori hanno fatto fronte alla richiesta degli utenti di poter disporre di un meccanismo autonomo per la data replication all’interno dei cluster. In Elastic Stack 6.5.0, la nuova funzionalità di Cross Cluster Replication (in beta) permette di creare un follower index collegato all’indice del cluster principale, sulla cui istanza viene costruito un pattern di auto-follow, in grado di istanziare la replica dei dati in modo automatico.

 

  • Driver ODBC (alfa): collega Elasticsearch a uno strumento di terze parti preferito che supporta ODBC
  • Supporto a Java 11: Elasticsearch aggiunge il supporto per la nuova versione di Java LTS di Oracle
  • G1 Garbage Collector (G1GC) è ora supportato da Elasticsearch
  • Lookup realm: possibilità di autenticarsi utilizzando un ambito (ad esempio Kerberos) e autorizzarne l’utilizzo (ad esempio LDAP)
  • I metodi di machine learning perfezionati aggiungono la capacità di associare punteggi indipendenti alle partizioni e rilevare anomalie che si estendono su più bucket

 

Kibana

Elastic Stack 6.5.0 include molte nuove funzionalità di alto impatto per Kibana tra cui Spaces, supporto Rollup e Canvas. Spaces in particolare è una delle funzionalità più richieste. Adesso è infatti possibile creare tutti gli spazi che si vuole, cambiarli in qualsiasi momento e spostare gli oggetti salvati. Con la sicurezza abilitata, è possibile controllare quali ruoli e utenti hanno accesso agli spazi che utilizzano RBAC.

 

  • Canvas: permette di creare presentazioni e infografiche in tempo reale. Canvas, che era disponibile come anteprima tecnologica separata, è ora ufficialmente integrato nella versione 6.5.0
  • Spaces: organizza gli oggetti Kibana (ad esempio visualizzazioni e dashboard) in “spazi” separati e utilizza l’RBAC per controllare quali utenti hanno accesso a quale spazio
  • Rollup: Kibana include adesso anche una nuova interfaccia utente di gestione per configurare e gestire i processi di Data Rollup e la possibilità di visualizzarli direttamente via Kibana
  • Visualizzatore di dati per file: nuova tipologia di visualizzazione che permette di comprendere la struttura dei dati nei file, in preparazione per ulteriori analisi
  • Nuovi Sample: introdotti nuovi template per dataset, dashboard e Canvas workpad, con lo scopo di facilitare il primo approccio ai nuovi utenti

Logstash

Logstash 6.5.0 è stato rilasciato con molte nuove funzionalità e miglioramenti. Questa versione introduce un plug-in di input poller SNMP e un plug-in di output per Elastic App Search (Beta). Ci sono anche miglioramenti alla Java Execution, che passa da “Experimental” a “Beta”. Il plugin SNMP, che era in beta dal 6.2. passa ora in general availability. Il plug-in di output App Search inoltre consente a Logstash di agire come uno strumento ETL centralizzato per l’alimentazione dei dati alle distribuzioni di ricerca di app Elastic.

 

Beats

Questa è probabilmente la versione più ricca di funzionalità da quando il team di Elastic ha avviato il progetto Beats. Di seguito alcune funzionalità introdotte in Elastic Stack 6.5.0:

  • Interfacce utente dedicate per la visualizzazione dei dati di Beats
  • Beats Central Management consente di registrare, configurare e gestire le distribuzioni di Beats da una posizione centrale utilizzando l’interfaccia utente o l’API
  • Functionbeat è un nuovo tipo di Beat che implementa come funzione in una piattaforma serverless che consente di trasmettere i dati dell’infrastruttura cloud a Elasticsearch

ES-Hadoop

La versione Elasticsearch 6.5.0  è stata introdotta per Apache Hadoop, e comprende:

  • Risoluzione dei mapping con tipi di campi numerici in conflitto
  • Alcune modifiche che aprono la strada verso la readiness

Contatta Seacom

Vuoi rimanere aggiornato su tutte novità Elastic o richiedere una consulenza a Seacom? Visita la pagina dedicata, oppure